Riflessioni sul Consulente Finanziario Vincolato

Alcune riflessioni sulla figura del "Consulente" con l'Oggettività del Conflitto d'Interesse cioè del Promotore Finanziario vincolato dal monomandato

  • qual' è il futuro di questa professione ?
  • cosa vuol dire oggi essere "Consulente" con Conflitto d'Interesse per i propri clienti ?
  • cosa vuol dire oggi essere "Consulente" con Conflitto d'Interesse per l'opinione pubblica ?
  • qual' è oggi, in concreto, la professione del "Consulente" con Conflitto d'Interesse ? colui che consiglia ? colui che vende ? ambedue le cose ? può farlo ? è giusto che questo sia fatto ? è questo che prescrive la norma vigente ? perché il sistema e le associazioni di categoria insistono nel volere questa figura ibrida che la legge ed il mercato non vuole ? perché continuano a mettersi consapevolmente contro le norme ed il mercato sostenendo ciò ? qual è lo scopo ? qual è la ragione ? cosa ne deriva a loro ?
    (il D.L. 58/98 è chiaro. Non prevede la possibilità del doppio ruolo. La Consob, che in modo lodevole, è stata l'istituzione che più si è prodigata a spiegare la ratio del D.L. 58/98 con le sue varie comunicazioni è sempre stata inequivocabilmente chiarissima e ferma sull'esistenza del conflitto d'interesse derivante dal monomandato)
  • che ripercussioni avrà su questa figura il dilagante malcontento ormai diffusamente rappresentato dai media ?
  • su chi sarà scaricato l'onere dell'oggettiva presenza del conflitto d'interesse che ha in se il sistema ?
  • il sistema ha ancora interesse a controllare le reti di vendita ?
  • il sistema ha ancora interesse ad associare il proprio nome alle reti di vendita ?

Le ragioni delle riflessioni del Promotore Finanziario

  • un'occasione per fare un quadro reale ed oggettivo di cosa accade intorno al Promotore Finanziario, protagonista passivo di questo inarrestabile processo di cambiamento che si è prodotto e che ancor di più domani sarà evidente
  • un'occasione per mettere nel giusto ordine d'importanza i ruoli organici all'interno del sistema finanziario:
    1 il ruolo dei clienti/risparmiatori,
    2 il ruolo del Promotore Finanziario che è sempre stato il depositario della fiducia dei risparmiatori,
    3 il ruolo delle strutture organiche al sistema che hanno sempre necessitato dei danari dei risparmiatori.
  • un'occasione per pensare che forse il sistema è consapevole che il Promotore Finanziario è stato e sarà sempre il vero ed il solo depositario della fiducia dei suoi clienti
  • un'occasione per prendere coscienza che il suo ruolo è da sempre stato un ruolo attivo e determinante per la sopravvivenza del sistema
  • un'occasione per prendere coscienza che il Promotore Finanziario non può disattendere oltre a coloro che hanno riposto in lui la loro fiducia affidandogli i loro risparmi dopo avergli dato più volte la tangibile prova della loro fidelizzazione seguendolo sempre nei suoi cambiamenti
  • un'occasione per una doverosa e seria riflessione che dovrebbe condurre responsabilmente verso una consapevole e definitiva scelta : La libera Professione !
  • un'occasione per conoscere una diversa e nuova opportunità di svolgere l'attività di consulente in conformità all'evoluzione del sistema finanziario europeo ed americano
  • un'occasione per conoscere i cambiamenti legislativi che hanno permesso e voluto la nascita dei consulenti finanziari ma, esclusivamente, in totale ed oggettiva assenza di conflitto di interessi
  • un'occasione per prendere consapevolezza che la clientela è già da tempo pronta ad accogliere la figura del consulente indipendente, soprattutto se questa persona è la stessa che da tempo detiene la loro fiducia e stima. Il mercato evidenzia oggi una chiara esigenza e necessità che si è particolarmente accentuata dopo gli ultimi quattro anni di crisi dei mercati e le recenti vicissitudini riguardanti Stati sovrani e aziende multinazionali americane ed europee